Local e-commerce

Blog, Web news

Il modello che le imprese devono adottare nel futuro per vendere i loro prodotti/servizi.

Il local e-commerce ha vari sinonimi come e-commerce di prossimità o proximity e-commerce ed è un modello che piccole e medie imprese hanno attivato in contemporanea con il negozio fisico per vendere i loro prodotti/servizi anche online ai loro clienti che si trovano vicini o in prossimità della loro sede.

Con la pandemia questo settore ha avuto un’impennata poiché la clientela vuole continuare ad acquistare dal suo negoziante di fiducia nonostante non possa raggiungerlo fisicamente.

Ci sono anche commercianti che hanno reso disponibile il servizio al domicilio ma, per non perdere l’altra fetta di clientela, si è appunto attrezzato anche a livello digitale così da non soccombere alla crisi economica.

Possiamo quindi dire che l’e-commerce da uno strumento secondario è diventato un alleato indispensabile per gli acquisti quotidiani delle persone.

Infatti secondo il Global digital Report, è stato il re del 2020. Al top della classifica la categoria fashion and beauty, food e personal care hanno aumentato le percentuali rispetto al 2019.

Creare un e-commerce gratis e in autonomia si può, ma richiedere una consulenza/aiuto da qualcuno di specializzato nell’argomento, è consigliabile, per far si che la piattaforma abbia maggior successo possibile.

Alcuni consigli per il local e-commerce sono:

Riuscire ad integrare lo store online con quello fisico dando “soluzioni ibride” ai clienti come quella di scegliere i prodotti e pagarli online per poi ritirarli in negozio, oppure farseli arrivare a domicilio.

Coinvolgere i clienti, farli sentire coccolati così da non perdere il contatto con loro ma anche riuscire ad arrivare a nuove persone e papabili clienti.

Regalare al cliente un’esperienza tradizionale cosicchè chi non conosce il negozio possa essere tentato di provare ed acquistare; questo magari attraverso un virtual tour nel negozio fisico mostrando i prodotti, oppure aggiornando il catalogo online costantemente.

Offrire assistenza al cliente il più possibile ed essendo una realtà più piccola dei classici colossi come Amazon, renderla più diretta e umana così da essere più vicini ai clienti e magari, come detto prima, acquisirne di nuovi perché il contatto umano e la disponibilità vincono sempre.

Secondo Shopify il 62% dei giovani consumatori utilizza e compra prodotti green e sostenibili da realtà indipendenti, il 32% ha iniziato da quando è comparsa la pandemia e il 65% ha dichiarato di sostenere le piccole attività.

Nel prossimo futuro le attività locali saranno obbligate a gestire al meglio la loro presenza online.

Dovranno necessariamente dotarsi di tutti gli strumenti tecnologici per essere sempre presenti nel viaggio di acquisto del cliente, dal virtuale al fisico e viceversa.

Il local e-commerce sarà una strategia fondamentale.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo oppure continua a leggere altri articoli nel nostro blog.